Il fiume Noce è tra i più interessanti percorsi canoistici d’Italia, per le difficoltà, per la lunghezza del tratto navigabile, tant’è che nel 1993 è stato teatro dei Mondiali di Canoa e Kayak. Il fiume nasce nei pressi del Corno dei Tre Signori a 3.360 metri, nel Gruppo dell’Ortles – Cevedale. A circa 2.000 metri di altitudine va a formare il lago artificiale di Pian Palù. Dopo l’abitato di Cogolo in Val di Pejo, il Noce precipita a valle unendosi al torrente Vermigliana, altro rafting_val_di_soleinteressante corso d’acqua che nasce al Passo del Tonale a 1883 metri.  Il Fiume Noce consente discese da maggio a settembre, nel periodo di maggiore portata d’acqua. Le proposte sul Fiume Noce sono a portata di tutti, a seconda dell’attività che si sceglie: rafting, canoa o kayak, hydrospeed. La prima parte del Noce è semplice e panoramica per poi trasformarsi e diventare più eccitante, con rapide e strette manovre tra i massi. Il fiume è costeggiato garn parte dalla pista ciclabile della Val di Sole.

Leggi il programma